Impacchi,  Problemi particolari,  Rimedi naturali

Impacchi fai da te

Le maschere per capelli fai da te rappresentano un vero e proprio trattamento d’urto (e di bellezza) per ridare vigore, forza e lucentezza a chiome visibilmente indebolite e stressate da smog, raggi UV e trattamenti coloranti invasivi.

Per rivitalizzare e risanare capelli secchi/grassi, fragili o sciupati dal sole, non è sempre necessario acquistare costosi prodotti condizionanti. Talvolta, è sufficiente dare un’occhiata alla dispensa della cucina o nel ripiano del frigorifero riservato a frutta e verdura per scoprire che là dentro si nasconde una vera e propria fonte di ricchezza per… i capelli.

Sì, avete letto bene: giocando con frutta, ortaggi, yogurt, uova e olio d’oliva si possono realizzare ottimi impacchi per capelli fai da te, semplici e sbrigativi da preparare, naturali e soprattutto molto, molto, economici.

N. B. Gli impacchi sono i composti fatti in casa;

Le maschere sono i prodotti già pronti da supermercato.

Come improvvisare, dunque, una maschera per capelli fai da te? La preparazione del prodotto di bellezza è molto semplice, ma è importante prima di tutto conoscere il tipo di capello sul quale andrà applicata. Per esempio, i capelli grassi non apprezzerebbero certo un impacco casalingo preparato con olio d’oliva; similmente, i capelli secchi non gradirebbero una ricetta a base di ortica e tè verde. Cerchiamo dunque di capire come realizzare una maschera per capelli fai da te. E ricordiamo: ogni tipo di capello richiede uno specifico trattamento, non siamo tutti uguali.


Gli ingredienti più utilizzati per realizzare impacchi per capelli fai da te sono:
-Yogurt, veicolo ideale per disperdere oli essenziali (disinfettanti, astringenti, stimolanti il microcircolo ecc) durante la preparazione di maschere fai da te per tutti i tipi di capelli;
-Uovo intero/albume, rimedio naturale antichissimo ed attualmente in voga contro i capelli secchi;
-Oli essenziali (di rosmarino, salvia, timo, origano, betulla ecc.) dalle proprietà antisettiche, purificanti e stimolanti il microcircolo;
-Olio di mandorle dolci/cera liquida jojoba/burro di karitè: indicati per realizzare maschere fai da te nutrienti e fortificanti per capelli secchi, sciupati e sfibrati;
-Aceto per far brillare la chioma;
-Frutta schiacciata o frullata dall’azione vitaminizzante: fragole, banane, avocado, limoni.


Ma vediamo nel particolare i vari impacchi fai da te differenziandole in diverse categorie, in base al vostro tipo di capelli.

  • Per capelli secchi

I capelli secchi richiedono trattamenti nutrienti intensivi: la raccomandazione è quella di utilizzare shampoo delicati ed evitare lavaggi troppo frequenti. Una chioma eccessivamente crespa, arida e visibilmente disidratata necessita di lozioni a base di cheratina e di integratori orali, indispensabili per rafforzare ed inspessire i capelli.
Gli impacchi nutrienti sono validi rimedi per migliorare l’aspetto dei capelli secchi. Vediamo alcune ricette fai da te:

– Una ricetta per preparare in casa maschere per capelli secchi e sciupati prevede di associare olio d’oliva, olio di mandorle dolci e polpa di banana (dall’azione prevalentemente vitaminizzante). Applicare il composto su cuoio capelluto e capelli, facilitando la distribuzione uniforme del prodotto con l’ausilio di un pettine a denti larghi. Lasciar riposare per 10 minuti e, trascorso il tempo di posa, procedere come di consueto con shampoo e balsamo.
– Un altro impacco per capelli secchi può essere preparata con polvere di foglie di betulla e polvere di semi di psillio, aggiungendo acqua quanto basta per formare un composto cremoso e denso. La polvere di betulla viene utilizzata nella realizzazione di maschere per capelli grazie alle sue proprietà astringenti; la polvere di semi di psillio, invece, ricca di mucillagini, viene in questo caso sfruttata per creare una soluzione colloidale e plastica.
– Impacco con uovo, yogurt e succo di limone: le preparazioni fai da te a base di uovo sono rimedi antichissimi per migliorare l’aspetto dei capelli secchi e sciupati, rendendoli lucenti e vitali già dopo un paio di applicazioni. Per far luccicare la chioma, è sufficiente aggiungere qualche goccia di aceto al preparato naturale ottenuto.
Dopo aver rimosso il composto dai capelli, si può procedere con il normale lavaggio con shampoo delicati, seguito da asciugatura e messa in piega.


  • Per capelli grassi

Un cuoio capelluto grasso richiede di essere profondamente purificato, dunque “sgrassato”. A tale scopo, gli oli essenziali di timo, limone, bergamotto, origano e rosmarino agiscono con un ampio spettro antimicrobico, riequilibrando dunque anche la popolazione batterica normalmente presente nel cuoio capelluto. Vediamo due esempi di impacchi fai da te per combattere i capelli grassi.

– Un impacco per capelli grassi può essere preparato mescolando yogurt, miele e poche gocce di essenza naturale di salvia, edera o timo dalle proprietà astringenti e vasocostrittrici (ideali per alleviare la seborrea grassa). Lavorare il composto energicamente ed applicarlo sui capelli inumiditi. Lasciar riposare per 10-15 minuti e lavare come di consueto con uno shampoo delicato. Le proprietà nutrienti dello yogurt, associate a quelle ammorbidenti del miele e disinfettanti degli oli essenziali, possono migliorare visibilmente l’aspetto della chioma.
– Anche l’argilla può essere la base per preparare un ottimo trattamento fai da te per capelli grassi: le proprietà detossinanti, disinfettanti e purificanti dell’argilla sono ideali per migliorare l’aspetto dei capelli grassi. Mescolando un cucchiaio di argilla con tre cucchiai di acqua di rose (dall’azione astringente) e due gocce di olio essenziale di anice (proprietà disinfettanti e stimolanti il microcircolo) è possibile preparare una maschera per capelli dalle proprietà sorprendenti.
Particolare attenzione dev’esser posta, in caso di capelli grassi, durante l’asciugatura con il phon: per evitare che il calore fluidifichi ulteriormente il sebo vanificando l’effetto “astringente” della maschera fai da te, è necessario mantenere il phon ad una distanza di almeno 30-35 cm.


  • Necessità di rinforzare e/o restrutturare

Il principio attivo protagonista delle maschere per capelli professionali dall’azione rinforzante è la cheratina; questa proteina, costituita da lunghe catene amminoacidiche, rappresenta il principale costituente di capelli, peli ed unghie. Pur non potendo esercitare la medesima azione simil-terapeutica della cheratina, alcuni elementi del mondo vegetale possono essere utilizzati per preparare maschere per capelli fai da te dall’azione rinforzante. I capelli sciupati e fragili richiedono di essere nutriti in profondità. A tale scopo, gli impacchi nutrienti si rivelano un eccellente rimedio. L’olio jojoba, il burro di karitè, l’olio di mandorle dolci, l’olio di germe di grano e gli oli vegetali in genere sono spesso utilizzati come base per la creazione di maschere fai da te per capelli sfibrati. Anche lo yogurt e l’albume dell’uovo possono essere combinati per realizzare un trattamento cosmetico per capelli, dall’azione rinforzante e nutriente.

– Gli ingredienti per un impacco nutriente e ristrutturante sono: 5 cucchiai di yogurt, 1 albume d’uovo, succo di mezzo limone (vitaminizzante). Bisogna mescolare energicamente gli ingredienti, amalgamandoli perfettamente. Applicare il composto su capelli bagnati e lasciare in posa per 15 minuti avendo cura di avvolgere i capelli in un asciugamano inumidito. Successivamente, lavare la chioma con uno shampoo specifico.


  • Per ridurre la caduta dei capelli

Per contrastare la caduta dei capelli, le maschere fai da te – pur non potendo far miracoli – possono in qualche modo essere d’aiuto e supportare trattamenti medici/erboristici più potenti, studiati appositamente per prevenire la caduta dei capelli. Gli impacchi anticaduta fai da te devono essere realizzati con ingredienti funzionali specifici, in grado di stimolare il microcircolo del cuoio capelluto. A tale scopo, le sostanze rubefacenti come il peperoncino sono le più indicate. La capsaicina estratta dal peperoncino induce una vasodilatazione nella sede d’applicazione; di conseguenza, i follicoli piliferi avranno a disposizione più nutrienti ed ossigeno grazie all’aumento dell’afflusso di sangue locale. Similmente, anche l’estratto di rosmarino può essere sfruttato per preparare impacchi dall’azione anticaduta. Analogo discorso per il caffè, dato che in alcuni modelli sperimentali la caffeina cosparsa sul cuoi capelluto ha prodotto eccellenti effetti anticaduta. Per contrastare o rallentare la caduta dei capelli, anche gli estratti della frutta rivestono un ruolo di primo piano: il cuoio capelluto necessita infatti di vitamine, sali minerali e sostanze antiossidanti.

– Da quanto detto, un impacco anticaduta può essere così preparato: ortica (rimineralizzante), succo di limone/polpa di fragole/polpa di mela (vitaminizzante), essenza di peperoncino, essenza di rosmarino, yogurt per amalgamare gli ingredienti.
Questo tipo di impacco per capelli dev’essere prima testato su una piccola area dell’avambraccio. Solo in assenza di arrossamento ed irritazione post-trattamento, è possibile estendere al cuoio capelluto.


  • Funzione anti-crespo

I capelli secchi e crespi necessitano di molto nutrimento ed idratazione, devono essere disciplinati. Il tuorlo d’uovo è perfetto, poiché molto nutriente; il gel d’aloe vera è disciplinante ed idratante. Quest’ultima è di grande aiuto in inverno: basta aggiungerne un cucchiaino ad una maschera anche senza inumidire i capelli, data l’elevata percentuale di acqua. Il burro di karitè andrà a disciplinare ed ammorbidire i capelli, e l’olio di cocco andrà a districarli e idratarli. L’ eccezionale olio di argan è un toccasana: renderà i capelli setosi e docili al pettine. Potete aggiungere anche un po’ di balsamo, giusto per amalgamare bene gli ingredienti e dare nutrimento. Il miele è sicuramente ottimo, è un jolly che va bene per tutti i tipi di capelli. E’ consigliatissimo anche l’ olio di semi di lino. Gli impacchi con la cassia (henné neutro) aiutano moltissimo.

– Il mio impacco preferito è senz’altro il seguente: tuorlo d’uovo, un cucchiaino di miele, un cucchiaino di gel d’aloe vera, un cucchiaino di olio di semi di lino, un cucchiaino di olio di cocco, qualche goccia d’olio di argan, un cucchiaino di burro di karité, balsamo quanto basta (io uso lo Splend’Or perché è molto leggero).
Mescolare energicamente il composto, applicarlo, a capelli umidi o asciutti (tanto c’è il gel d’aloe), e tenerlo in posa 45 minuti, magari sigillando il tutto con una pellicola.


 

Nota bene: L’impacco per capelli…
-NON è un balsamo,
-Richiede di essere distribuito su tutta la lunghezza del capello,
-Dev’essere massaggiato anche sul cuoio capelluto,
-Richiede un determinato tempo di posa,
-Dev’essere sciacquato completamente dai capelli.

Frequenza d’uso
Le maschere realizzate a casa per capelli normali possono essere applicate una volta alla settimana oppure ogni due. I capelli sciupati e rovinati da sole, lampade UV artificiali o coloranti possono invece richiedere un’applicazione più frequente, anche di 2-3 volte a settimana.

Fonti My Personal Trainer.

Grazie per la lettura!

Attribution-NonCommercial-NoDerivs 2.0 Generic (CC BY-NC-ND 2.0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi