Erbette indiane,  Impacchi,  Lavaggio,  Problemi particolari,  Rimedi naturali

Tutto sulle erbette indiane

Vademecum per conoscere tutto, per l’appunto, sulle erbette indiane!!

COSA SI PUO’ FARE CON LE ERBETTE INDIANE?

  1. Lavare i capelli.
  2. Fare impacchi prima dello shampoo (purchè i capelli non siano eccessivamente sporchi).
  3. Fare impacchi dopo lo shampoo su capelli ben tamponati.

 

PER COSA LE POSSIAMO UTILIZZARE?

  • Per stimolare la crescita dei capelli.
  • Per regolare la produzione di sebo, per capelli e pelle.
  • Per controllare la forfora.
  • Per dare volume.
  • Per ingrossare il diametro del fusto capillifero.
  • Per profumare.
  • Contro la caduta eccessiva dei capelli.
  • Per lavare e condizionare i capelli.
  • Per pelli impure.
  • Per pelli secche, eczemi, psoriasi.
  • Per pulire la pelle in profondita ed illuminare l’incarnato.

 

CI SONO TANTI TIPI DI ERBE UTILIZZABILI:

  • Erbe per lavare. Fondamentalmente sono shikakai e reehta, ma ho letto che qualcuno usa anche il kapoor kachli. Però è importante sottolineare che le erbe che lavano sono quelle che rilasciano saponine. Ciò non toglie che potete provare tutti i mix che volete.
  • Erbe condizionanti. In assoluto shikakai e methi, che districano bene (la shikakai non ha paragoni!).
  • Erbe da impacco. Tutte, fondamentalmente. Direi che potete togliere da questo mucchio quelle lavanti perché andrebbero sprecate!
  • Erbe per profumare. Sono kapoor kachli, kalpi tone (che è in realtà un miscuglio di erbe).

DESCRIZIONE DELLE ERBE
Nome (INCI) altro nome con cui è conosciuto – spiegazione.

Amla (Emblica Officinalis) ricchissima di vitamina C, ottima in oleolito di cocco per la cute, scurisce, ingrossa il fusto.
Aritha (vedi reetha)
Baheda (Teminalia Belerica) o vibhitak, si usa l’infuso per la ricrescita, contro prurito
Bakuchi (Psoralea Corylifolia) l’oleolito in olio di cocco aiuta la ricrescita, contro la forfora
Brahmi (Bacopa Monnieri) contro incanutimento e rafforza il bulbo promuovendo la ricrescita di capellini nuovi
Fenugreek (vedi methi)
Kalpi Tone attenzione questo è un miscuglio di erbe, lo inserisco nell’elenco perché ho letto che qualcuno l’ha comprata senza accorgersi che non fosse un’erba unica. Ricopio dal sito di Spice Of India la composizione (Ingredients: Amla Fruit (10%), Maka Leaves (10%), Mandoor (10%), Japakusum Flower (9%), Narangichal (8%), Shikakai Fruit (7%), Kumari Leaves (7%), Kapoor Kachli (6%), Brahmi Leaves (5%), Methi Seed (5%), Wala (5%), Khadir Stem (3%), Chandan (2%), Neem Leaves, Sitaphal Seed Powder, Sugandhi Dravya): personalmente ci ho fatto un oleolito che è ottimo per la cute.
Kapoor Kachli (Hedychium Spicatum) o kapoor kachri: stimola il bulbo a produrre capellini nuovi, antisettico, ottimo contro la forfora, ha un profumo paradisiaco.
Karpoor (Cinnamomum Camphora) o Camphor Powder: in oleolito di cocco ottimo per la forfora e contro la caduta.
Kuth (Saussurea Lappa) o Costus: per la ricrescita, contro incanutimento e pare che sia lavante (non posso dirlo con certezza, perché non l’ho mai provata).
Maka (Eclipta Alba) o bhringaraj: ottimo contro l’incanutimento e per stimolare la crescita di capellini nuovi
Methi (Trigonella Foenum Graecum) o fieno greco in polvere: districa e lascia profumo, contro prurito e forfora, contro perdita di capelli stimola il bublo a lavorare, ottimo nel trittico shikakai reetha methi.
Nagarmotha (cyperus rotundus) o nagar motha: regolarizza il cuoio capelluto in modo ottimale (se è grasso lo asciuga, se è secco stimola la circolazione e la produzione del sebo giusto, colorante (color mattone) che scarica dopo qualche lavaggio.
Neem (Azadirachta Indica) il suo effetto non differisce dall’olio, ma non ha per fortuna lo stesso odore, ottimo contro la forfora.
Reetha (Sapindus Mukorossi/Trifoliatus) nota anche come aritha: polvere delle noci del sapone, si trovano anche le noci intere. Lava bene, ottimo contro la forfora, vi consiglio di non usarla mai da sola perché è un po’ aggressiva. Ottima in coppia con la shikakai.
Robbia (Rubia Cordifolia) o manjishtha, ottima per la pelle, dà un color rubino ai capelli, ottimo usato assieme all’henné.
Shikakai (Acacia Concinna) la panacea di tutti i mali per i capelli! Lava e condiziona allo stesso tempo, ottima usata anche da sola.
Til (Sesamum Indicum) è praticamente il sesamo: funziona contro incanutimento e contro la caduta promuovendo la ricrescita.
Tulsi (Ocimum Sanctum) ottimo in oleolito di cocco e ricino per la cute, fa bene al prurito e alle crosticine, contro la caduta e contro l’incanutimento dei capelli.


COME SI PREPARANO LE ERBETTE?
Una volta scelte le erbette da utilizzare, si prendono in quantità uguali, oppure abbondiamo di più con qualche erba che riteniamo più utile in quel momento.
Aggiungiamo acqua molto calda, mescoliamo bene, la pasta deve avere la consistenza morbida, non troppo densa (se si utilizza su capelli asciutti), abbastanza fluida (se si utilizza in doccia o in vasca su capelli umidi).
Copriamo la ciotola con pellicola trasparente da cucina o con qualsiasi altra cosa, lasciamo macerare per mezz’ora, dopodiché la pasta è pronta per essere applicata.
Se la stiamo applicando su capelli asciutti come impacco pre-shampoo, dobbiamo:
Applichiamo la pasta sulla cute, poi quel che resta la spalmiamo sulle lunghezze.
Massaggiamo bene la cute con la punta delle dita, facendo movimenti circolari.
Tiriamo in alto i capelli con un fermaglio, incelofaniamo la testa con una cuffia da doccia o pellicola da cucina. Lasciamo in posa almeno 40 minuti.
Risciacquiamo abbondantemente, facciamo uno shampoo leggero.
(FACOLTATIVO MA VIVAMENTE CONSIGLIATO) Ultimo risciacquo con acqua e aceto o acqua e limone. Un cucchiaio di aceto o limone per mezzo litro d’acqua.
Se la stiamo applicando su capelli bagnati (per erbette lavanti):
Applichiamo la pasta sulla cute, poi quel che resta la spalmiamo sulle lunghezze
Massaggiamo bene la cute con la punta delle dita, facendo movimenti circolari. Se necessario bagnare ulteriormente la testa senza esagerare per non far colare tutto via.
Tiriamo in alto i capelli con un fermaglio, copriamo la testa con una cuffia da doccia.
Lasciamo in posa almeno 15 Minuti, trascorsi i quali massaggiamo ancora un pochino per poi risciacquare abbondantemente.
Usiamo un balsamo sulle punte.
(FACOLTATIVO MA VIVAMENTE CONSIGLIATO) Ultimo risciacquo con acqua e aceto o acqua e limone. Un cucchiaio di aceto o limone per mezzo litro d’acqua.
[L’applicazione di oli e burri si consiglia su capelli ancora umidi.]
Se la stiamo applicando su capelli bagnati (per impacchi post shampoo):
Facciamo lo Shampoo di routine. Applichiamo la pasta sulla cute, poi quel che resta la spalmiamo sulle lunghezze.
Massaggiamo bene la cute con la punta delle dita, facendo movimenti circolari. Se necessario bagniamo ulteriormente la testa senza esagerare per non far colare tutto via.
Tiriamo in alto i capelli con un fermaglio, copriamo la testa con una cuffia da doccia. Lasciamo in posa almeno 15 Minuti. Trascorsi, massaggiamo ancora un pochino e poi riaciacquiamo abbondantemente.
Usiamo un balsamo sulle punte (all’occorrenza).
(FACOLTATIVO MA VIVAMENTE CONSIGLIATO) Ultimo risciacquo con acqua e aceto o acqua e limone. Un cucchiaio di aceto o limone per mezzo litro d’acqua.
[L’applicazione di oli e burri si consiglia su capelli ancora umidi.]

Maschere per la pelle.
Applichiamo la pasta su pelle ben pulita e asciutta. Facciamo attenzione a non farla seccare, la inumidiamo se si secca eccessivamente.
La teniamo in posa per 15 minuti, dopo i quali risciacquiamo abbondantemente.
Spruzziamo acqua e aceto sul viso, o acqua e limone (o un qualsiasi tonico delicato tradizionale). Procediamo con la nostra solita routine.


QUANTE VOLTE USARE LE ERBETTE?

Ovviamente ogni volta che ne sentite il bisogno! 🙂 Non essendo particolarmente aggressive, potete usarle tutte le volte che volete.
Deve prestare maggiore attenzione invece chi ha pelle secca. Questa persona non avrà necessità di sgrassare. Quindi cercate di ascoltare le esigenze reali della vostra pelle e di non fare le maschere o gli impacchi solo perché va di moda.
Se, invece, le vogliamo usare per un motivo particolare che come: forfora, caduta eccessiva, stimolazione crescita, ecc, possiamo usarle anche ad ogni lavaggio.

 

E’ VERO CHE ALCUNE ERBE SCURISCONO?

Sì, indubbiamente. Ve lo potranno dire le persone coi capelli chiari che si sono imbattute in scurimenti da shikakai, kalpi tone e/o amla! Scuriscono anche con un uso non costante (nel senso che anche se le usate una volta al mese la differenza purtroppo si vede!).
Però non è così per tutti, alcune persone non notano modificazioni nel colore.
Io consiglio sempre di provare su una ciocca nascosta, così non fate grossi danni.


NON MI TROVO BENE CON LE ERBE PREPARATE IN PASTA, POSSO USARE LE ERBETTE IN ALTRI MODI SENZA RINUNCIARE AI BENEFICI EFFETTI?

Certo! Le erbe in polvere si possono utilizzare in tisana. Anche se non per berle! 😉 Il procedimento è questo!

Si prende un cucchaio dell’erba o del mix d’erbe,
Si fa scaldare un bicchiere d’acqua, quando è molto caldo ma non bolle, la tolgo.
Mettiamo il cucchiaio di erbette a macerare in acqua,
Chiudiamo il recipiente, con pellicola da cucina, o qualsiasi altra cosa che non faccia uscire il vapore. Lasciamo macerare per mezz’ora.
Filtriamo e applichiamo sui capelli, soffermandoci sulla cute, e stimolandola con movimenti circolari con la punta delle dita.
Per capelli lunghi raddoppiare il dosaggio.

HO COMPRATO DELLE ERBE CHE NON MI PIACCIONO SUI CAPELLI, COSA CI POSSO FARE?

Usatele per lavare il corpo, sono fantastiche!


DOVE COMPRARLE?

Ecco una bella lista di siti.

Alcuni negozi indiani e bio stanno cominciando a rifornirsi, anzi vi invito a segnalarlo qui (a Roma si trovano in molti negozi di Piazza Vittorio, specialmente in quello di Via dello Statuto e al Panda Shop sulla Gianicolense).

 


Note personali.

A respirare queste erbe si starnutisce parecchio e non è mai bene respirarle.
Mi pare che nel 2010 uscì la notizia di alcune partite di erbe Hesh contaminate di batteri fecali destinata al Canada.
Vi consiglio di usare sempre una mascherina o una qualsiasi copertura sulla bocca quando le maneggiate.

Vi consiglio di sperimentare e provare, Ogni capello ha le proprie esigenze, quindi provate le erbette a secco, in umido, e create, sperimentate, perchè nessuno più della vostra pelle e dei vostri capelli sa cosa piace loro! 🙂

Fonti: Le Erbe di Janas e CapelliDiFata.

Attribution-NonCommercial-NoDerivs 2.0 Generic (CC BY-NC-ND 2.0)

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi