Colore

Capelli neri con indigo e altre erbette

In questo documento troverete tutti i passaggi da mettere in atto per ottenere capelli neri con henné ed altre erbe.

Il metodo più utilizzato per capelli neri con henné è conosciuto come “doppio passaggio”. In alternativa è possibile comprare henné neri premiscelati.

Spieghiamo qui in poche parole come si eseguono i due passaggi.

  1. Impacco con henné rosso: il primo passaggio consiste nel colorare i capelli con lawsonia; ciò permette di creare una base all’indigo per attaccarsi meglio ai capelli. Prepara l’henné come più preferisci e prediligi ossidazione e posa lunga. Non aggiungere olii al pappone e stendi l’henné su capelli non sporchissimi. Preferibilmente non lavare i capelli con shampoo: piuttosto fa’ un cowash, se necessario.
  2. Impacco con indigo: dopo aver tinto i capelli con henné, fa’ un impacco con indigo. L’indigo necessita di un ambiente con ph basico per rilasciare colore, il che significa che non vuole ingredienti acidi come YOGURT O LIMONE. Va preparato con sola acqua tiepida, un cucchiaino di sale o un cucchiaino di bicarbonato – su 100g di polvere (il sale aiuta a fissare il colore; il bicarbonato aiuta a ottenere riflessi bluastri). Va steso subito. Volendo, al pappone, possono essere aggiunti miele, uova, amido di mais, gel, caffè o cacao. Non usate materiali in metallo.

Mantenimento del colore: l’indigo tende a scaricare molto facilmente, dunque noi consigliamo di ripassarlo spesso, da solo o miscelato con henné. Ricorda che l’indigo non deve riposare a lungo, altrimenti perde potere colorante.

Alternativamente consigliamo impacchi con katam e amla, che sono scurenti e hanno durata maggiore.

P. S. Si consiglia di eseguire il secondo passaggio anche in caso di CAPELLI BIANCHI, perché l’indigo non si attacca in maniera efficiente sul capello bianco: è necessario rendere il capello bianco in un primo momento rosso. Solo in secondo momento il capello rosso può diventare nero.

Fateci conoscere i vostri risultati con un commento qui sotto!

Attribution-NonCommercial-NoDerivs 2.0 Generic (CC BY-NC-ND 2.0)

5 Comments

  1. Fabiola

    Ciao, chiedo scusa per la domanda probabilmente sciocca..non ho ben capito quanto tempo deve passare tra l’applicazione di lawsonia e quella di indigo. Quest’ultimo va applicato appena sciacquata la lawsonia o un paio di giorni dopo? Grazie di cuore, siete magnifiche.

    • È indifferente! Puoi scegliere di farlo subito oppure di farlo allo shampoo successivo, o il giorno dopo. Ovviamente non devi far passare troppo tempo, altrimenti magari ci sonole ricresite dei bianchi su cui l indigo non attacca 🙂

  2. Chiara

    Ciao, ho un dubbio :/ nel caso non volessi usare l’indigo ma l’amla, devo comunque fare prima l’impacco con la lawsonia? O posso saltare questo passaggio?
    Ah, deve coprire anche i capelli bianchi :/

  3. Martina Nehring

    Ciao volevo chiarirmi meglio le idee riguardo l’applicazione dell’indigo in quanto a me risulta parecchio difficile perchè asciuga facilmente l’acqua e viene fuori grumoso, come fate voi? o in alternativa con cosa lo mischio? non volevo fare direttamente lawsonia+indigo perchè non verrebbe nero ma castano; inoltre ho già provato a mescolarlo con il sidr ma viene piuttosto incolloso e comunque difficile da stendere.
    Volevo anche sapere perchè non deve riposare a lungo e quanto quindi tenerlo? (può essere anche il motivo per cui tenere l’impacco per 3 ore mi fa venire l’emicrania?)
    grazie dell’aiuto

Leave a Reply

Theme by Anders Norén

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi